Editor e blocco note criptato

Autore:[Antonio Gallonetto]

DeadboltEdit è un editor di testo minimale, o meglio un piccolo blocco note con il salvataggio dei files con cifratura automatica.

Software multipiattaforma e opensource, estremamente utile per salvare informazioni magari un po' delicate come password, numeri di carta di credito e cose di questo tipo.

Il tipo di cifratura usata è l’algoritmo blowfish, e l’implementazione è compatibile con openssl. Il che significa che è possibile decriptare il contenuto del file indipendentemente dalla presenza dell’editor che lo ha creato. Per fare questo è necessaria una modifica alla parte iniziale del file, la quale contiene alcune informazioni necessarie a DeadboltEdit per la decrittazione.

Decriptare un file di DeadboltEdit senza usare l’editor

La decrittazione dei file di questo blocco note è ovviamente automatica, nel caso che ci troviamo in una piattaforma che non ha a disposizione l’editor possiamo usare openssl.
Per rendere il file compatibile con openssl è necessario rimuovere i primi 76 bytes e poi il comando da terminale è il seguente: openssl enc -blowfish -d -a -salt -in encrypted.txt -out plaintext.txt

Script da terminale per decriptare un file creato con DeadboltEdit

#!/bin/sh
#
INFILE=$1
export INFILE

# decrypt file using openssl / Blowfish
tail -n +1 ${INFILE} | openssl enc -blowfish -d -a -salt | tail -n +2

Salvare questo script in un files e renderlo eseguibile con il comando sudo chmod 775 nomeFileScript
A questo punto per eseguirlo: nomeFileScript nomeFileDaDecifrare

Riferimenti e argomenti correlati: